18-25 settembre

Roberto Picchi (1996) è un artista visivo che concentra la sua ricerca artistica su pittura e scultura, con un particolare interesse per le dinamiche climatiche e ambientali. Ha partecipato a diverse residenze artistiche e ha esposto in importanti contesti, tra cui il Motoco di Mulhouse e il Museo Must di Vimercate. La sua arte esplora il rapporto tra l’umanità e l’ambiente naturale.

Nicola Zanni Nicola Zanni (1995) è un artista con uno stile ibrido che si esprime attraverso installazioni e varie tecniche artistiche. La sua ispirazione antropologica lo porta a concepire l’arte come un’azione trasformativa degli spazi. Ha partecipato a mostre collettive come “Il Bagatto” (2016) e a residenze artistiche come Falia Air 2019 a Lozio. Nel 2020, ha vinto un’importante competizione per assistere nella realizzazione di un film e ha ottenuto il riconoscimento in un progetto chiamato “Letto ad Arte”. La sua arte esplora il rapporto tra luoghi e persone.

Roberto Picchi
& Nicola Zanni

Roberto Picchi & Nicola Zanni

18-25 settembre

Roberto Picchi (1996) è un artista visivo che concentra la sua ricerca artistica su pittura e scultura, con un particolare interesse per le dinamiche climatiche e ambientali. Ha partecipato a diverse residenze artistiche e ha esposto in importanti contesti, tra cui il Motoco di Mulhouse e il Museo Must di Vimercate. La sua arte esplora il rapporto tra l’umanità e l’ambiente naturale.

Nicola Zanni Nicola Zanni (1995) è un artista con uno stile ibrido che si esprime attraverso installazioni e varie tecniche artistiche. La sua ispirazione antropologica lo porta a concepire l’arte come un’azione trasformativa degli spazi. Ha partecipato a mostre collettive come “Il Bagatto” (2016) e a residenze artistiche come Falia Air 2019 a Lozio. Nel 2020, ha vinto un’importante competizione per assistere nella realizzazione di un film e ha ottenuto il riconoscimento in un progetto chiamato “Letto ad Arte”. La sua arte esplora il rapporto tra luoghi e persone.

il progetto di residenza

Globosfere

Durante questa residenza artistica, ci immergeremo in un mondo unico di esplorazione artistica. Nel progetto “Globosfere”, scopriremo come una semplice palla di argilla può diventare uno strumento affascinante per esplorare il territorio e catturare la sua vera essenza. Attraverso sfere e rulli tempestati di frammenti e detriti raccolti in luoghi diversi, Nicola e Roberto trasformano l’esperienza in un’opera d’arte che cattura la bellezza e la complessità del mondo naturale.

L’opera esplora le dinamiche climatiche e ambientali e avvia una profonda riflessione sull’influenza dell’ambiente sulla creatività umana. Questa non è solo un’esperienza artistica, ma un’immersione nelle vite e nelle passioni di due artisti che esplorano il mondo con occhi diversi. Durante la residenza, condivideremo le loro esperienze e scopriremo nuove prospettive sulla natura, l’arte e il nostro rapporto con il mondo che ci circonda.

Restituzione (luogo e data da definire)